Da Non Perdere

27.02.2019
Le interviste di Prisca Civitenga a Claudio Trotta, Salvo Vinci e Valentina Ferrari
PLAY

Si riaccende la Queenmania dopo la vittoria agli Oscar del film Bohemian Rhapsody e la statuetta al protagonista Rami Malek. We Will Rock You, il musical dei Queen e Ben Elton, tra i più rappresentati al mondo, con oltre 8 milioni di spettatori e 12 anni consecutivi di repliche a Londra, arriva finalmente a Roma, dal 27 febbraio al 3 marzo al Teatro Brancaccio. Lo spettacolo è proposto in una nuova edizione riveduta e corretta rispetto alla prima italiana del 2009, firmata, tra gli altri dal produttore Claudio Trotta, promoter di tanti concerti dei Queen in Italia.

Una storia di Libertà, ambientata nel futuro, in un luogo una volta chiamato Terra ed ora diventato Pianeta Mall, una specie di grande centro commerciale dominato dalla globalizzazione. La musica dal vivo è bandita e tenuta in vita da un gruppo di ribelli, i Boheminas, che vivono nel sottosuolo e che, aiutati dal bibliotecario pop, tramandano ricordi sbiaditi di quando il rock regnava nel mondo. La Global Soft, capeggiata dalla spietata Killer Queen e dal suo collaboratore Khashoggi, cerca di stanare la resistenza che nel frattempo aspetta l’arrivo degli eletti per restituire la musica la Pianeta. Saranno l’ingenuo Galileo e la volitiva Scaramouche i predestinati che ritroveranno lo strumento nascosto dall’antico Dio della Chitarra.

Punto di forza dell’opera-rock sono senza dubbio le canzoni della band di Freddie Mercury, in scaletta 20 dei più grandi successi da Radio Gaga all’inno alla libertà I want to break free, e poi Somebody to love, It’s a kind of magic, I want it all, Another one bites the dust, Who wants to live forever, fino alle perle finali We will rock you, We are the champions e Bohemian Rhapsody. Tutte le canzoni sono in lingua originale rigorosamente suonate dal vivo. La regia è di Tim Luscombe, l’allestimento scenografico, completamente nuovo, è frutto dell’immaginazione di Colin Mayes e le coreografie di Gail Richardson. La direzione artistica e il vocal coaching sono affidati a Valentina Ferrari che torna anche sul palco nel ruolo di Killer Queen. Dal cast del 2009 ritroviamo anche Salvo Vinci nei panni di Galileo, Loredana Fredda in quelli di Oz e Massimiliano Colonna che interpreta Pop. Scaramouche è Alessandra Ferrari e Khashoggi Paolo Barillari.

Le prossime date del tour:

27 Febbraio – 3 Marzo – ROMA, Teatro Brancaccio

5 Marzo – NAPOLI, Teatro Augusteo

9 Marzo – CATANZARO, Teatro Politeama

11 Marzo – REGGIO CALABRIA, Teatro Cilea

13 Marzo – CATANIA, Teatro Metropolitan

16 – Dom 17 Marzo – BARI, TeatroTeam

22 – Dom 24 Marzo – FIRENZE, Teatro Verdi

29 Marzo – PADOVA, Gran Teatro Geox

5 – 6 Aprile – TORINO, Teatro Colosseo

9 Aprile – GORIZIA, Teatro Verdi