Da Non Perdere

14.05.2019
L'intervista di Prisca Civitenga a Giorgio Moroder
PLAY

Icona della dance elettronica mondiale, il produttore, compositore e dj Giorgio Moroder, 3 premi Oscar e 4 Grammy all’attivo, realizza finalmente, a 79 anni, il sogno di suonare dal vivo in un prestigioso tour europo: “The Celebration of the 80s”. Partito il 1° aprile da Birmingham, lo spettacolare show sta per toccare l’Italia, il 17 maggio tappa al Teatro Ciak di Milano, il 18 a Firenze, il 19 a Roma, poi ancora Amsterdam e Parigi, per concludersi il 13 luglio all’Ippodromo di Merano. La leggenda della musica elettronica celebra gli indimenticabili anni ’80 con le migliori hit della sua prolifica carriera.

La performance rimane fedele alle sue radici, ma con adattamenti che guardano al futuro. I fan vedranno Moroder headliner, alle prese con vocoder, effetti elettronici e suoni. Suonerà il pianoforte e condividerà storie personali che non hanno mai abbandonato le pareti del suo studio e sarà anche cantante in due occasioni. Tra i momenti più emozionanti gli omaggi a David Bowie con Cat People e alla musa di lunga data Donna Summer con la disco-diva in diretta sullo schermo che si esibirà in sincronia con Moroder e la sua band.

Tra i successi dance della coppia Summer-Moroder I Feel Love, On the Radio e Love to Love You Baby, Hot Stuff e tanti altri che hanno riscritto il sound degli anni ’70. Poi sono arrivate altre grandi collaborazioni: Cher (Bad Love), Blondie (Call Me), Debbie Harry (Rush Rush), Freddie Mercury (Love Kills), Bonnie Tyler (Here She Comes) e Pat Benatar (Here’s My Heart). E come dimenticare le colonne sonore di film cult degli anni ’80: American Gigolo, Scarface, Electric Dreams, The Never Ending Story, e quelle che gli hanno fatto vincere 3 Oscar: Fuga di Mezzanotte (1979), la canzone Flashdance… What a Feeling dal film Flashdance (1984) e Take My Breath Away dal film Top Gun.

Il leggendario producer dal 2013 ha iniziato ad esibirsi come dj, ha prodotto la musica per il gioco di Google Racer e ha contribuito a Giorgio by Moroder dei Daft Punk dal loro album Random Access Memories, collaborazione che gli ha procurato nel 2014 il Grammy per l’Album dell’Anno. Il suo ultimo album in studio è Déjà Vu del 2015, anche in questo caso grandi collaborazioni: Sia, Charli XCX, Kylie Minogue, Britney Spears e Kelis. In tempi in cui i dj diventano facilmente star, Moroder, che è già un mito, con questo tour accorcia sicuramente le distanze con il pubblico.