Da Non Perdere

01.02.2019
L'intervista di Cinzia Morgante al regista Claudio Insegno
PLAY

È approdata in Italia ‘Una serata con Will & Grace’, la versione teatrale dell’omonima e molto amata serie tv statunitense. È in scena fino a domenica 3 febbraio al Teatro Nuovo di Milano, nella centralissima Piazza San Babila.
Un susseguirsi di scene, di temi, di dialoghi serrati, per un breve e divertente sunto di otto stagioni di successo. Tra malintesi, gag, battute e doppi sensi, si parla un po’ di tutto: amore, amicizia, lavoro, omosessualità e altro ancora, sempre in chiave ironica e divertente. L’adattamento teatrale è stato curato da Claudio Insegno, che è anche regista dello spettacolo, e da Matteo Bocciarelli.

COME SUL PICCOLO SCHERMO – ‘Will & Grace’ hanno saputo appassionare il pubblico televisivo con le loro vicende divertenti, le piccole avventure e disavventure quotidiane. I due sono coinquilini in un elegante appartamento di Manhattan. Will è un avvocato in carriera, Grace una brillante decoratrice di interni. Sarà amore? Impossibile: lui è gay, lei è in cerca dell’uomo della vita. Accanto a loro ci sono Karen, la sofisticata assistente di Grace, e Jack, irriverente amico gay di Will. Ci sono poi anche Rosario, la cameriera venezuelana di Karen, e Larry e Joe, un’altra coppia di amici. A complicare lo scenario, sarà l’incursione del capo di Will, Mr. Stein… Il divertimento è assicurato!