Sono Lorenzo e sicuramente incontrandomi di persona notereste la mia statura. La domanda che mi fanno più spesso è infatti “ma quanto sei alto?”…
Vedo e sento il mondo dal mio metro e novanta e al contrario di quello che potrebbe sembrare non è sempre così facile in un mondo di “REGULAR SIZE” (se non ci credete andate in un negozio qualsiasi di scarpe a chiedere quante paia di 47 abbiano!)
Nasco a metà degli anni 80 nella città più satirica del mondo, Viareggio, che fa del carnevale il suo baluardo e la sua cifra stilistica. Ovviamente sono stato forgiato fin da piccolo alla risata e al travestimento, ecco che subito dopo il diploma liceale all’età di 19 anni mi trasferisco a Milano per studiare teatro e ancora oggi vado in scena quando posso sia con spettacoli teatrali che con il mio spettacolo di magia, perché nel frattempo ho appreso anche la bellissima arte dell’illusionismo e della prestidigitazione (prima che me lo chiediate no, non vi faccio sparire nè la moglie nè la suocera!)

Frequento l’ambiente del doppiaggio, del cinema e del canto, ho anche avuto un gruppo vocale ci chiamavamo I-Kea e siamo finiti ad X Factor dopo pochi mesi di vita nel 2010… quando hai un padre cantante lirico diciamo che almeno a livello di orecchio musicale parti avvantaggiato!
La musica è sempre stata il pilastro della mia vita, non potrei immaginare un mondo senza musica, sono cresciuto a suon di opera e di classica ma all’età del liceo ho scoperto il rock, il funk, il blues e il pop, e da allora non ho mai smesso di ascoltarli.
Quando mi chiedono il mio genere preferito rispondo “la buona musica”, senza etichette. Strimpello la batteria, l’armonica a bocca e la chitarra, con la quale spesso mi accompagno quando canto.

La radio è sempre stata una fedele compagna di viaggio, ma ciò che ha cambiato il mio rapporto da fruitore a conduttore è stata sicuramente l’esperienza fatta nell’estate 2018 nel bellissimo resort di Santo Stefano in Sardegna dove l’ottimo riscontro avuto come speaker nella radio interna mi ha incoraggiato a mandare il mio provino a RDS ACADEMY. Contro ogni mia aspettativa la cosa si è fatta subito seria, mi hanno chiamato a fare il provino, sono entrato e arrivato fino alla finale, e credo che l’approdo a Dimensione Suno Soft sia la diretta conseguenza di come ho lavorato all’interno dell’Academy.

La passione è ciò che mi muove, e dove c’è musica c’è passione, viva la radio che ci permette di ascoltare buona musica e ci intrattiene in ogni momento della giornata.
Avere la possibilità di parlare e comunicare con tante persone contemporaneamente è una bella responsabilità e un bellissimo privilegio, il mio obiettivo è quello di riuscire a passarvi la mia energia, vitalità e anche un pizzico della mia spensieratezza, perché, come diceva Charlie Chaplin, un giorno senza un sorriso, è un giorno sprecato!
Buon ascolto a tutti e viva la musica sempre!